newsletter_del_15_febbraio_2018


Finanza Locale

LA RIMODULAZIONE DEI PIANI DI RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

La Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per la Campania, con la deliberazione n. 8 del 24 gennaio 2018, sottopone al Presidente della Corte dei conti la valutazione dell’opportunità di deferire alla Sezione delle Autonomie la questione di massima sui Piani di riequilibrio finanziario.

 

In particolare, se un ente il cui PRFP sia stato già oggetto di una pronuncia negativa da parte della Sezione regionale di controllo ai sensi dell’art. 243-quater comma 7 TUEL e su cui non sia intervenuta una sentenza di riforma, nel merito, da parte delle Sezioni riunite, possa accedere alla facoltà di rimodulazione/riformulazione prevista dalla legge annuale di bilancio 2018 (art. 1 commi 848, 849, 888 e 889 della L. n. 205/2017).

 

Delibera 

Sul portale dell'Associazione Asfel è possibile consultare documenti e notizie sull'argomento, nel menù: Gestione dell'ente-Finanza Locale

Appalti

LA DIMOSTRAZIONE DELLA CAPACITA' ECONOMICA

Il Consiglio di Stato, Sezione V, con la sentenza n. 671 del 2 febbraio 2018, si è pronunciato sulla richiesta dei bilanci in luogo del fatturato, ai fini della dimostrazione della capacità economica, ai sensi dell’articolo 83 del codice dei contratti pubblici.

 

Per costante orientamento giurisprudenziale non è possibile procedere all’esclusione di un operatore economico da una procedura di aggiudicazione di un appalto pubblico in seguito al mancato rispetto, da parte di tale operatore, di un obbligo che non risulta espressamente dai documenti relativi a tale procedura o dal diritto nazionale vigente, bensì da un’interpretazione di tale diritto e di tali documenti nonché dal meccanismo diretto a colmare, con un intervento delle autorità o dei giudici amministrativi nazionali, le lacune presenti in tali documenti.

 

Sentenza 

Sul portale dell'Associazione Asfel è possibile consultare documenti e notizie sull'argomento, nel menù: Gestione dell'ente-Appalti, Trasparenza e Anticorruzione

Personale

INCOMPATIBILITA' TRA INCARICO DI RESPONSABILE DI SERVIZIO E ASSESSORE IN ALTRO ENTE

Con la deliberazione n. 68 del 24 gennaio 2018, l’Anac è intervenuta sull'incompatibilità tra un incarico dirigenziale in un ente locale ed una carica politica in un ente locale con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, facenti parte della medesima regione.

 

L’Autorità si è pronunciata sulla sussistenza di una situazione di incompatibilità, ai sensi dell’articolo 12, co. 4, del d.lgs. 39/2013 tra l’incarico di responsabile di area in un ente locale, ex articolo 109, co. 2, d.lgs. 267/2000 e quello di assessore in un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti.

 

Il Responsabile della prevenzione della corruzione, preso atto della rilevata situazione di incompatibilità, deve diffidare, senza indugio, l’interessato ad optare tra i due incarichi incompatibili entro i 15 giorni successivi alla sua comunicazione e ove l’opzione non sia effettuata entro il termine perentorio di quindici giorni, ai sensi dell’art. 19 del d.lgs. n. 39/2013, il RPCT dichiara la decadenza dall’incarico di responsabile di area e la risoluzione del relativo contratto.

 

Parere              

 

 

 

Questa notizia è in collaborazione con Gianluca Bertagna, con la rivista Personale News, edita da Publika editore e con Liliana Cirillo, esperta di gestione delle risorse umane degli enti locali.

 

Sul portale dell'Associazione Asfel è possibile consultare documenti e notizie sull'argomento, nel menù: Gestione dell'ente-Personale

Finanza Locale

 

LA CONTABILIZZAZIONE DELLA RIDUZIONE DEL CAPITALE DELLA PARTECIPATA

La Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per la Lombardia, con la deliberazione n. 30 del 14 febbraio 2018, afferma che: 1. la somma distribuita tra i soci in sede di riduzione di capitale rappresenta una “restituzione” di conferimento e, in quanto tale, deve essere registrata tra le Entrate del Titolo V destinate al finanziamento di spesa parte capitale.

 

Inoltre, 2. le Entrate da riduzioni di attività finanziarie devono essere computate ai fini del calcolo del saldo di competenza tra le entrate finali e le spese finali.

 

Parere   

Sul portale dell'Associazione Asfel è possibile consultare documenti e notizie sull'argomento, nel menù: Gestione dell'ente-Finanza Locale

About us

 

       

                                                                    

 webiste: www.asfel.it

 e-mail:info@asfel.it

 

 Seguici su